'Erano giorni stupendi, in cui l’estate ardeva ancora purissima, appena svuotata un po’ dentro, dalla sua furia.

 

Via Fanfulla da Lodi, in mezzo al Pigneto, con le casupole basse, i muretti screpolati, era di una granulosa grandiosità, nella sua estrema piccolezza; una povera, umile, sconosciuta stradetta, perduta sotto il sole, in una Roma che non era Roma'

Pier Paolo Pasolini Il 4 ottobre in 'Il Giorno' 16 ottobre 1960

Accattone (1961)

Franco Citti

racconta Pasolini

Pier Paolo Pasolini sul set di Accattone © Archivio Pier Paolo Pasolini

Letteratura

Sergio e Franco Citti

“A Paolo piaceva soprattutto lo spirito, il ‘modo’ delle borgate romane, questa gente allegra, tanto è vero che lui ci passava quasi tutto il tempo della sua vita con noi, nelle borgate. E così, essendo uno scrittore guardava ciò che gli accadeva intorno, e daje e daje, tirava fuori ‘sti libri. Ma quello che più mi ha interessato è quando mi ha detto che mi avrebbe fatto fare una parte nel suo film”.

Franco Citti su Pasolini. Un'intervista da Stefano Milioni

Franco e Sergio Citti insieme a Pier Paolo Pasolini durante la lavorazione del film 'Accattone' (1961)

© Reporters Associati & Archivi/Mondadori Portfolio. Riproduzione riservata

 © 2017 Città Pasolini