• Città Pasolini

Pier Paolo Pasolini, Charta (sporca). 1971.


Pier Paolo Pasolini alla Libreria Croce, Roma anni '70 © Vittorio Laverde/Riproduzione riservata

Bisogna assentarsi ogni tanto dai luoghi dei Doveri, per il mondo Occidentale - tornare ricoperti degli allori della Integrazione allora si è utili alla Riv... altrimenti se egli fa il monaco ( per protesta, rigore e [ così via ) lo buttano ( parole illeggibili per macchie di sporcizia ) Deve preoccuparsi della sua carriera solo se arr...egli è <<utile>> alla ... - grondare di colpe per rapporti ( parola illeggibile c.s. ) ( così piace all'operaio che ha il culto della famiglia ) - persone perbene per dar credito alla lotta! - migliaia di piccoli atti di quotidiano disonore per salire agli onori che son utili a un Partito realistico! Queste sono cose che ricadono sulla testa di chi le dice. - rendendolo sempre più miserabile e quindi [ inutilizzabile. Ma bisogna pure che qualcuno porti sulle miserabili [ spalle una croce ( <<merda>> e altre parole illeggibili c.s. ) Perdere la reputazione per una santità equivoca: mah! Ma bisogna pure che ci sia qualcuno pieno di croste, l'Intoccabile Chi punta poco per perdere o vincere poco vuole contemplare lo spettacolo di chi vince o perde [ molto possibilmente di chi perde molto, horror mundi. - alludiamo a Noi stessi, tanto per cambiare, e per screditarci ancora un po', se ce ne fosse bisogno - non abbiamo fatto infatti in tempo a esser cattivi figli che siamo già cattivi padri ( parole illeggibili c.s. ) - ottenendo una paterna disapprovazione da quelle [ carogne dei figli Questo dovrebbe dar gran soddisfazione al desiderio di [ morte che taluni Ci attribuiscono per non preoccuparsi per Noi Ancora una volta la serietà è presa per un aspetto della [ virilità - virile non è più il giovanotto senza problemi e [obbediente ( armato ) virile è invece lo studioso spec...il giovane organizz... I giovani gettano, sì, il loro corpo nella lotta, ma non prendono in reale considerazione la sua [ debolezza si direbbe che lo considerano indesiderato e superfluo - quando essi ( parola illeggibile ) della debolezza [ corporale lo fanno dandosi manate sulle spalle, non senza lanciarsi spiritosaggini di vecchi parlamentari! - sono esclusivamente, o meglio dichiaratamente, politici e ciò non può essere senza conseguenze. Il corpo ( ogni corpo ), coperto di croste, ed eternamente [ crocifisso, ( non c'é niente da fare! ) è preso per scherzo; è una cosa privata su cui è bene sorvolare, tacere - o, appunto, solo scherzarci su, nelle more. Dunque la massima vergogna non consiste nell'autoesclusione o sete di santità bensì nel restare ambigui o almeno contraddittori tra la tentazione di escludersi e la ricerca del successo. - essere presenti male, senza chiarezza, intendo dire, è, come un tempo, presso la buona borghesia, [ inammissibile allorché UNO era il mondo, e UNO il futuro umano dispensatore di gloria al piccolo apprendista poeta - e ciò che quanto a Rivoluzione ha sognato lo stesso [ ragazzo... Si tratta, tutto sommato, di una Confusione dei Sogni cosa che nessuno non solo non ha voglia di giudicare ma nemmeno di considerare come un fatto reale ( parola [ illeggibile ) - è vero che tutti ( parola illeggibile ) questa Confusione [ dei Sogni, ma c'é chi lo dice e chi no, chi lo realizza e chi non se lo sogna nemmeno - c'é qualcuno infine che getta nel tavolo di gioco ( per [ perdere ) l'ammissione di questo - i giovani, quei figli di puttana, non hanno il più [ lontano sospetto di tale Confusione dei Sogni, peraltro attuale ancor oggi [ ( 1969 ) - essi sono ( parola illeggibile in quella idea di virilità [ come serietà e le persone serie, certe, non hanno né hanno avuto sogni! - Che miracolo! La Borghesia mi mette in testa la [ corona di quercia, e la Classe Operaia usa tale testa incoronata contro la [ Borghesia. Ciò è evidentemente folle e indegno: ma ha una funzione: popolare il mondo di uomini deboli anziché di santi. - <<Potrei parlare di un uomo rapito al Terzo Cielo e invece parlo di un uomo debole>>, infatti. - Questo lo dico per vantarmi della mia forza: di tutti quei sogni non mi è rimasta che la forza. - Non so perché decido che questa debba essere [ l'ultima poesia di questo libro di poesie nato durante la farsa, a cui appunto in quanto poeta partecipo. Non c'è alcuna [ ragione di scrivere in calce a questi versi la parola.


FINE


Pier Paolo Pasolini. Charta (sporca) in Trasumanar e organizzar (1971)
32 visualizzazioni

 © 2014 Città Pasolini